"QUANDO SI AMA LA VITA, SI AMA IL PASSATO PERCHE' ESSO E' IL PRESENTE QUALE E' SOPRAVVISSUTO NELLA MEMORIA UMANA" Margherite Yourcenar

Di Lorenzo e Puzzo: “Il Palio dei Tre Valli? Grazie al Comune, altra occasione di crescere”

Palio dei Tre Valli di Sicilia, è già conto alla rovescia per l’Associazione Corteo Barocco di Noto. Il primo grande appuntamento dell’anno per il sodalizio netino si svolgerà il 24 aprile e arriva alla sua terza edizione: come nelle precedenti, la kermesse raccoglierà tutti i cortei storici di Sicilia che sfileranno per le vie di Noto con passerella finale in piazza Municipio.

<<Siamo alla terza edizione – ha detto il presidente Corrado Di Lorenzo – che si snoderà in due giornate: il giorno prima ci sarà il festival degli Sbandieratori, il giorno dopo il Palio. C’era qualche riserva inizialmente nel voler far svolgere il Palio visti i tanti appuntamenti ravvicinati, con il Festival delle Arti effimere e l’Infiorata ma grazie al Comune, alla volontà del sindaco Bonfanti e del capo organizzazione dei Grandi eventi Terranova, siamo nuovamente in prima linea; nelle precedenti edizioni, il Palio dei Tre Valli ha riscosso un successo notevole. Sarà uno scambio di esperienze notevole, un arricchimento per tutti anche da un punto di vista culturale e sociale>>.

<<La novità principale di questa edizione – ha aggiunto il vicepresidente Sebastiano Puzzo – è che quest’anno si svolgerà tutto in due giorni anziché tre. C’è un cliché consolidato. Sarà una grande manifestazione che come ogni anno segnerà l’inizio dei festeggiamenti in onore della primavera. Una vetrina importante perché convoglieranno a Noto tanti gruppi storici che sfileranno con i loro costumi, i colori araldici: la peculiarità è sempre stata quella di radunare tutti i gruppi che parlano, organizzano cortei storici per uno scambio di esperienze. Ci saranno poi vari gruppi di sbandieratori e danzatrici per creare una bella armonia e una bella giornata di festa. A piazza Municipio ogni gruppo, se vorrà, potrà esibirsi su un palco per massimo cinque minuti e una giuria qualificata valuterà costumi, portamento, accessori ed esposizione. Chi vincerà avrà diritto ad un palio che consiste in un drappo dipinto dal famoso pittore Bruno D’Arcevia che ha anche dipinto l’abside della Cattedrale di Noto>>.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.